info@comitatoparaplegia.com

12° Mostra Scambio

12° Mostra Scambio

Erba (CO) 09-10 ottobre 2021. Dopo un anno di attesa, causa pandemia, la Mostra Scambio a Favore della Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale ha trovato nel nuovo magnifico contenitore espositivo “Lario Fiere” presso Erba (CO) la sua nuova casa. Sempre con il motto “Chi aiuta l’uomo aiuta sé stesso”, si è quindi riproposta questa 12^ Mostra Scambio (per la seconda volta ad Erba) nel nuovo contesto LarioFiere ad Erba (CO), uno spazio modernamente concepito, sede dei principali eventi economici, culturali e di aggregazione del territorio. Organizzata dall’”Associazione Amici della Paraplegia” con il patrocinio del Comune di Erba ( CO), e delle Provincie ed Enti Camerali di Como e Lecco, con il sostegno di oltre 34 associazioni ruotanti intorno al tema delle auto e moto storiche, è stata allestita, con la collaborazione del club Veicoli Militari Storici di Oltrona San Mamette “C.V.M.S.” (CO) e del gruppo auto e moto storiche dell’Arma Pastrengo “GASAP” (VR), l’edizione 2021, continuando nella tradizione di proporre nell’ambito della Fiera, un Concorso, che in questa edizione è diventato una primizia in ambito Nazionale, il primo Concorso per Veicoli Militari, del quale parliamo nel dettaglio in altro articolo Il tutto sempre per raccogliere fondi per la “Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale“. Tra le Mostre Scambio in Italia, si è distinta anche quest’anno per avere l’ingresso a costo modico (8 euro) offrendo in questa nuova elegante cornice, Auto, Moto, Mezzi da lavoro, Ricambi e Accessori, Auto mobilia, Modellismo, Editoria, Club e Registri. La mostra-scambio è stata, come sempre, dedicata a Dino Cordaro, grande appassionato seicentista scomparso prematuramente, mentre promotore di questa e di altre manifestazioni di raccolta fondi è Angelo Colombo, primo volontario al mondo operato dal professor Giorgio Brunelli, a cui è intitolata la Fondazione per la Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale.

Quest’anno la dodicesima Mostra Scambio di Erba ha visto celebrare alcuni importanti anniversari quali i 60 Anni – della Jaguar E Type, Fiat 1300-1500, NSU Prinz, Simca 1000 e Renault R4 con l’esposizione e la presenza di Vetture e Club di Rappresentanza.

Per inquadrare il tema principale della manifestazione di quest’anno, all’esterno un bilico esponeva un carro AMX-13 del 1974 che fu il primo carro prodotto in grande serie nel dopoguerra dall’industria bellica francese. Costituì un successo ed i veicoli da combattimento da esso derivati, prestano ancora servizio in diverse parti del mondo. In parte, il gruppo auto e moto storiche dell’Arma Pastrengo “GASAP” (VR), esponevano un tris perfetto delle famose storiche Alfa Romeo dei Carabinieri, dall’Alfetta 1,8 (in versione civetta o di rappresentanza), l’Alfa 155 e 75.

Allo stand del Classic & Sport Card Club – Como, l’ormai amico della nostra Mostra, il Dr. Guido Lamperti, esponeva la sua Lancia Astura Torpedo Grand Sport Castagna del 1933, vettura che nel settembre del 1933 fu iscritta al quinto Concorso di Eleganza a Villa d’Este, durante il quale fu guidata dallo stesso Castagna e dove vinse la prima Coppa d’Oro. A fianco un ottimo esemplare di Dino 246 GT in un particolare verde acido, un omaggio al grande Maestro Aldo Brovarone scomparso un anno fa, il 12 ottobre 2020. Da Rosenheim (Germania) l’amico Klaus Hadeler è venuto ad esporre la sua ormai rara Opel Monza B 3.0 con la quale nel 2020 ha vinto un premio della FIVA (Fédération International des Véhicules Anciens) per un servizio fotografico in un ambiente industriale con la sua vettura. Klaus da anni gira il mondo con la sua Monza, immortalando i suoi viaggi con la macchina fotografica e riportando tutto in un diario on line.

Domenica mattina 10 ottobre, si è tenuto il tradizionale grande raduno di auto e moto storiche denominata “Passeggiata d’Autunno “, raduno per auto e motociclette di interesse storico e sportive di tutti i tempi, per ammirare i paesaggi e le curiosità della Brianza con foto ricordo scattata alla partenza del raduno. Presenti molte Fiat 500 facenti parte di alcuni dei conosciuti Club di fans della piccola vettura italiana. Presenti anche varie Fiat 600 tra le quali una prima serie degli amici di Mercatale, Pesaro e San Marino in compagnia anche dell’amico Luciano Bergonzi classe 1931 che ha portato su strada una sempre piacevole Fiat Dino 2400 coupè. Da segnalare anche alcune vetture particolari quali: Lancia Augusta del 1933, Lancia Aurelia B20 GT del 1955, BMW Isetta, Renault Floride Spider, Ford Taunus 16 GT coupè, Fiat X 1/9 Special. Scortati da un nutrito schieramento di volontari, protezione civile, motociclisti, con apripista l’Alfa Romeo 75 1.800 del Gruppo Auto Moto Storiche dell’Arma Pastrengo (G.A.S.A.P) guidati dal Brigadiere Domenico Lo Faro, con la scorta di cinque favolose Honda Gool Wing, e di ben altri 40 motociclistici e ben 25 persone ferme in ogni angolo di tutto il percorso organizzato dal moto club di Erba, in sicurezza e tranquillità abbiamo potuto effettuare uno stupendo giro panoramico che ha toccato tanti paesi della Brianza con tappa al Centro Sportivo di Veduggio con Colzano accolti dal Sindaco, Vicesindaco Commissari del C.O.N.I e della Regione Lombardia. In questo contesto sono intervenuti la Professoressa Marina Pizzi farmacologa dell’Ospedale Civile di Brescia con mandato del Rettore per la ricerca e membro del CDA della Fondazione Giorgio Brunelli per la Ricerca sulle Lesioni del Midollo Spinale ed il Dottor Bruno Battiston – Direttore U.O.C (Unità Operativa Complessa) di chirurgia della mano e microchirurgia della Città della Salute e della Scienza di Torino (entrambi allievi del Prof. Brunelli). Dal canto suo l’Amministrazione Comunale di Veduggio con Colzano ha omaggiato i presenti con alcuni passaggi aerei con cortina fumogena tricolore tra gli applausi dei presenti.

Nel pomeriggio, prima delle premiazioni del Concorso dei Veicoli Militari, si è tenuta nella Sala Porro, del Centro Fiera, alla presenza delle massime autorità locali una conferenza che ha ripercorso la Storia del Volontario Angelo Colombo che ha portato alle iniziative odierne. La Dottoressa Luisa Monini moglie, dello scomparso Prof. Brunelli, ha ripercorso le tappe della ricerca grazie alla disponibilità di Angelo Colombo sfociata in una profonda stima ed amicizia che portò il Prof. Brunelli a donare ad Angelo una sua vettura, una Fiat 600 prima serie vetri scorrevoli del 1955 che grazie ad una modifica Guido simplex per paraplegici, è diventata una vettura che oltre ad essere il modello che ha dato il via alla motorizzazione di massa italiana (come ha ricordato il Presidente della Giuria, Carlo Carugati) è diventata una mezzo di circolazione del messaggio solidale per la raccolta di fondi per la ricerca. Il Dottor Edoardo Rosati, giornalista-medico- scientifico del settimanale Gente, ha ricordato il percorso del Prof. Brunelli negli studi e nella cura della paraplegia. Tante le autorità politiche, militari, prefettizie delle provincie di Lecco e Como, medico scientifiche a vari livelli che sono venute a portare il loro messaggio di supporto e solidarietà che sono stati ricambiati dalla Dottoressa Monini con alcune pubblicazioni realizzate dal Professor Brunelli quali: “Arnth, l’Etrusco – Il figlio del Lucumone, il primo libro di una trilogia, vincitore del premio 2004 “Il Mella”. “Dai neuroni al “Se” del 2006. Ed infine una delle passioni del Prof. Brunelli, la fotografia che diede origine al libro “Nuove emozioni” secondo zibaldone di fotografie alla rinfusa, con poesie, canzoni, proverbi, aforismi, commenti e citazioni a ruota libera. Un libro dove si scopre anche il lato umano, gioviale ed entusiasta della vita del grande uomo, Giorgio Brunelli. Un grande riconoscimento anche ai dirigenti della Fiera di Lario, Fabio Datati e Silvio Oldani per il supporto tecnico ed umano che ha contribuito alla realizzazione in sicurezza di questo importante evento in tempi di pandemia. Apriamo solo una finestra sul Concorso per Veicoli Militari per segnalare che per i veicoli a 4 ruote ed altri, il Best of Show è stato attribuito alla Fiat Torpedo 508 CM del 1938.

Per i veicoli a due ruote è stato assegnato alla BMW R27B del 1966 un esemplare conservato che non è sfuggito all’occhio della Giuria.

Angelo Colombo simbolo e promotore di tutte le iniziative organizzate al fine di raccogliere fondi. da destinare alla Fondazione e primo volontario al mondo operato dal professor Giorgio Brunelli, con il suo coraggio e il suo carattere, ha ringraziato tutti per il continuo stimolo a perseverare su questa strada. Trovata la “nuova casa” per questa pregevole iniziativa di solidarietà, Angelo Colombo vi aspetta, numerosi, per l’edizione n° 13 nel 2022. Il tutto sempre con maggior entusiasmo con sempre maggiore attenzione alla qualità, sempre all’insegna della solidarietà, perché “chi aiuta l’uomo aiuta sé stesso”!

 

Carlo Carugati

Ufficio Stampa: Associazione Amici della Paraplegia “Mostra Scambio di Erba”

Aiuta la Ricerca con una donazione spontanea