info@comitatoparaplegia.com

La risposta del cervello

Angelo Colombo, primo volontario di una chirurgia avanguardista.

Le sperimentazioni condotte sulle scimmie hanno dimostrato che le lesioni dei nervi periferici finiscono per ridisegnare, nel cervello, la "geografia" della corteccia cerebrale: quel che accade, in pratica, è che l'area corticale da cui dipende un arto senza più innervazione viene riorganizzata in modo nuovo dai territori vicini.
Normalmente in un parpalegico l'area della corteccia cerebrale dell'arto inferiore viene come "invasa" da quella dell'arco superiore.

L'operazione che il professor Brunelli ha eseguito su Angelo Colombo ha invece consentito la permanenza dell'attivazione dell'area corticale dell'arto inferiore (come testimoniano le indagini alla Risonanza magnetica eseguite all'ospedale S. Raffaele di Milano nel 1977), anche se l'impulso, il comando, corre lungo un nervo dell'arto superiore.

Risonanza magnetica corticale: dopo il trasferimento chirurgico su Angelo Colombo del nervo ulnare. Movimento della gamba destra.

Una ricerca che dona speranze

Rita Levi Montalicini, scienziata di fama mondiale, insiginita del Premio Nobel per la Medicina per aver scoperto il fattore di crescita del sistema nervoso (Nerve Growth Factor) ha detto del professor Giorgio Brunelli:
"Ho molta stima del professor Brunelli, per i suoi contributi eccezionalmente buoni sulla ricerca di base neurologica e applicata. Ha dimostrato quanto in passato realmente si sapeva poco sulla enorme plasticità neuronale e la possibilità di trarne vantaggio."

(La Gazzetta di Lecco, 4 settembre 2000)
Dario Angelibusi
 

In un'intervista al Corriere della Sera, commentando l'assegnazione delle poche risorse disponibili in Italia per le varie ricerche scientifiche afferma:
"Un esempio di risorse non attribuite per meriti reali è il caso recente della ragazza bergamasca operata con un metodo senza precedenti dal porfessor Giorgio Brunelli, da anni impegnato nella lotta alla paraplegia. Questa ragazza - Gigliola - già oggi rappresenta la speranza dei troppi paraplegici da trauma: se ne contano 1700 ogni anno in Italia. E i fondi pubblici per la ricerca di questo scienziato? Praticamente nulli".

(Corriere della Sera, 25 agosto 2000)
Nunzia Vallini

Intervento al dibattito cittadino di Brescia, sul perchè non ci siano un posto ed uno sponsor per la ricerca del professor Giorgio Brunelli. Conversando col giornalista dichiara: 
"Il 6 dicembre 1997, nel giorno del suo addio accademico all'Università di Medicina di Brescia ho voluto essere al suo fianco, come tributo ai suoi risultati scientifici. La mia impressione è stata molto positiva sin dal primo colloquio. I fatti, poi, l'hanno confermata in pieno. Non alludo solo alle sue scoperte. Brunelli ha sperimentato unn by-pass per recuperare le capacità motorie di chi le ha perdute. Ha saputo esplorare nuovi campi della ricerca e scoprire nuovi modi per riparare le lesioni del midollo spinale. Oggi non esiste più la differenza per cui, anni fa, la ricerca di base era separata e tenuta lontano da quella clinica applicata. Adesso, semplicemente non esistono discriminazioni in campo scientifico. Questa linea divisoria è ormai caduta: l'unica distinzione rimasta in piedi è fra la ricerca buona e cattiva, e quella di Brunelli rientra a pieno titolo nella prima categoria. Per questo merita e deve andare avanti."

(Brescia Oggi, 1 agosto 2000)
Gianpaolo Lanfranchi

"Conosco Brunelli da tempo e apprezzo l'opera che sta svolgendo. Quanto sta facendo è dimostrato da Angelo Colombo, il quale è una prova tangibile della bontà della ricerca e dei risultati ottenuti."

(Il Resegone, 1 settembre 2000)
Mario Ferrari

"Stimo molto l'operato del professore: sta svolgendo un lavoro eccellente. Accetto senz'altro la Presidenza Onoraria e di sostenere il Comitato sorto per promuovere l'operato di Brunelli. Onestamente, però, non credo che Brunelli abbia bisogno di una madrina tanto anziana: è più bravo di me."   

 (La Provincia, 3 settembre 2000)
Patrizia Zucchi

"E' logico e giusto sostenere una ricerca che ridà speranza all'umanità." 

(Brescia Oggi, 1 settembre 2000)
Gianpaolo Lanfranchi

Solidarietà e iniziative

Non è semplice sintetizzare le molteplici iniziative organizzate in questi anni, partite di calcio con personaggi televisivi e sportivi, presenza all'happening del Volontariato alla Provincia di Lecco “Manifesta” presso la Fiera di Osnago, feste popolari (per ben 6 anni “Brianza in Festa”) nel Comune di Costa Masnaga.

Per diversi con i comuni di Nibionno, Cassago, Bulciago e Costa Masnaga si è organizzato l'evento “Voglia di Camminare”. Con sfilate di moda e concerti con Rita Pavone, Teddy Reno, e l'indimenticabile Little Tony, il Festival della Birra organizzato nel Comune di Garlate con selezione regionale e provinciale di Miss Italia.

Nell'anno 1997 Angelo Colombo ha pubblicato la sua autobiografia “Voglia di Camminare”, con aggiornamenti vari della Ricerca scientifica sulle Lesioni del Midollo Spinale, nell'anno 2007-2017.

Angelo Colombo
Angelo Colombo

Conosci la storia di Angelo attraverso il suo stesso racconto biografico

Giorgio Brunelli
Giorgio Brunelli

Nasce il Comitato promotore al Premio Nobel. La Fondazione Giorgio Brunelli

Iniziative
Iniziative

Le prime iniziative che muovono con l'obiettivo di raccolta fondi per la Fondazione

L'Associazione
L'Associazione

Nasce l'Associazione Amici della Paraplegia, ecco il suo Statuto

La Fondazione Giorgio Brunelli
Fondazione Giorgio Brunelli

Promuove la ricerca scientifica nel campo delle Neuroscienze

Pubblicazioni
Pubblicazioni

Attraverso la stampa e i mass media si diffonde la volontà dell'Associazione

5 X Mille
5 X Mille

Chi aiuta l'uomo aiuta se stesso