info@comitatoparaplegia.com

Biografia

Voglia di Camminare - Autobiografia di un paraplegico

Angelo Colombo nasce a Perego (Lc), il primo febbraio 1962. In tenera età è rimasto orfano di padre, attualmente vive con la mamma Dicarlantonio Filomena, ha una sorella di nome Gemma, sposata con Amerigo e due nipoti, Valentina e Veronica. Dopo aver frequentato le scuole dell’obbligo lavora metalmeccanico, operaio tessile e pittore edile.

Pratica con passione il calcio a livello amatoriale e come pugile dilettante si laurea Campione Lombardo dei pesi Welter nel 1981.

Rimane grande invalido da lavoro a seguito di una caduta da un’impalcatura nel paese di Bernareggio (Mb) il 5 febbraio del 1991, riportando la paralisi agli arti inferiori (Paraplegia). Si sottopone, come primo volontario al mondo, il 19 aprile 1994, presso gli Ospedali Civili di Brescia, a una chirurgia avanguardistica, diretta dall’illustrissimo Professor Giorgio Brunelli e dalla Sua Equipe, che puntava a donare al paraplegico un cammino, rudimentale, ma un cammino. Il risultato è stato molto soddisfacente sia a livello personale, sia a livello scientifico. La ricerca e il risultato hanno fatto e continuano a fare il giro del mondo, nei vari congressi scientifici, per televisioni e giornali, nazionali e internazionali.

Viene ricevuto da vari personaggi del mondo, politico, ecclesiastico e scientifico: dal Premio Nobel della Medicina Rita Levi Montalcini il 7 dicembre 1997, dal Santo Padre Giovanni Paolo II l’8 marzo 1998 e infine dal Presidente della Repubblica italiana Carlo Azeglio Ciampi l’8 maggio 2003. La scienza, ha definito la persona di Angelo Colombo come “Il primo PIONIERE”, che ha dato il calcio al pallone, affinché la partita per la ricerca sulle lesioni del midollo spinale, abbia inizio. Tuttora, l’avanzamento della ricerca sulle lesioni del midollo spinale, diretta dal professor Giorgio Brunelli di Brescia, candidato nel 2006 al Premio Nobel della Medicina, con i consigli dell’indimenticata Premio Nobel della Medicina e Senatrice a Vita della Repubblica italiana – professoressa Rita Levi Montalcini, hanno potuto dimostrare il sorprendente risultato su persone traumatizzate, di ricollegare il sistema nervoso periferico con quello centrale, degli arti inferiori paralizzati. 

Dal 1993, Angelo Colombo si prodiga intensamente, nella comunità di Lecco e fuori Provincia, a presenziare nelle varie manifestazioni e a organizzare eventi e manifestazioni a scopo benefico: spettacoli teatrali – concerti – eventi sportivi – mostre artistiche – sfilate di moda – selezioni provinciali e regionali di Miss Italia – feste popolari, mostre scambio di auto e Moto d’epoca, finalizzate alla raccolta di fondi ma atte soprattutto a sensibilizzare l’opinione pubblica verso il trauma delle lesioni del midollo spinale.

Nell’anno 2006, gli viene conferito il premio SIGNUM HONORIS CAUSA del volontariato, dal Rotary Club Colli Briantei riunitosi per l’occasione a Villa Mariani di Casatenovo.  Riceve, nel maggio del 2010, nel contesto di Manifesta a Osnago, happening del Volontariato della provincia di Lecco, la TARGA D’ONORE DEL VOLONTARIATO, dall’Onorevole Ministro Maurizio Lupi. CARICHE RI-COPERTE NELL’AMBITO DEL SOCIALE  Dal 1999 al 2009: revisore dei conti, presso l’Associazione Paraplegici Lombardia – onlus. Nel triennio 2003 / 2006 revisore dei conti della Compagnia Teatrale amatoriale il “Portico degli Amici” di Nibionno. Nel triennio 2007 / 2010 carica di Vicepresidente dell’Associazione Sajopp di Cassago Brianza. Consigliere fino al mese di settembre 2010 della Fondazione Giorgio Brunelli per la ricerca sul-le lesioni del midollo spinale.

Consigliere del triennio 2007 / 2010 del Centro Servizi del Volontariato – SO.LE.VOL di Lecco. Presidente per il triennio 2010 / 2013 del Centro Servizi del Volontariato – SO.LE.VOL di Lecco. Segretario dal 2004 al 2014 dell’Associazione Amici della Paraplegia – onlus e Presidente dell’Associazione dall’anno 2014.      

Il ricavato della vendita di questa autobiografia contribuisce alle attività sociali dell’Associazione Amici della Paraplegia, per ottenere una copia scrivi a info@comitatoparaplegia.com